CENTRO STUDI

SARA VALESIO

  • Grey Facebook Icon

Italian Poetry Review - IPR

"Italian Poetry Review - IPR" è una rivista internazionale plurilingue di creatività e critica ("double-blind peer-reviewed", classe A per l'Area 10 settore F2 Letteratura italiana contemporanea - classificazione ANVUR).

 

IPR si iscrive in un più vasto programma culturale associato al Dipartimento di Italiano della Columbia University di New York, al Dipartimento di Lingue e Letterature Moderne della Fordham University di New York e al Dipartimento di Studi Italiani e Francesi della University of Washington a Seattle.

IPR accoglie testi principalmente (ma non esclusivamente) in italiano e in inglese. Creata fra gli Stati Uniti e l'Italia e stampata in Italia, la rivista è dedicata alla critica e alla diffusione plurilingue della poesia italiana in un ampio contesto comparatistico. 

 

Ogni numero di IPR, che si interessa a tutti i periodi della poesia italiana, si articola in varie sezioni: Crestomazia Minima (scelta di passi riguardanti i fenomeni della scrittura), Editoriale, Poesie (testi originali non tradotti di poeti italiani ampiamente riconosciuti e di autori non canonici o emergenti), Traduzioni (da e in italiano), Tra prosa e poesia (poemetti in prosa, racconti brevi intensamente scritti, atti unici), Poetologia e critica (saggi critici sulla poesia, interviste), Dossier (raccolta di contributi su una specifica figura di studioso o poeta), Recensioni e Libri ricevuti.

 

IPR si propone di stabilire un dialogo tra lettori specialisti e non-specialisti di poesia. La rivista guarda alla letteratura italofona globale che si estende dalle sue origini fino alle opere iper-contemporanee, e che interagisce con altri linguaggi artistici sia all'interno sia fuori dell'Italia. IPR esce a stampa una volta all’anno e, a partire dal numero II 2007, è edita a Firenze dalla Società Editrice Fiorentina.

 

"Italian Poetry Review" ha vinto il Premio Catullo 2013 nella categoria "Diffusione della poesia italiana nel mondo".

Ungarettiana

Collana di poesia, traduzioni e saggi diretta da Paolo Valesio e Alessandro Polcri

 

"Ungarettiana" si interessa a un’esperienza di poesia che sappia fare convivere un forte senso della situazione italiana con una significativa apertura internazionale. Nel repertorio della collana rientrano libri monolingui in italiano, libri bifronti (tradotti in italiano) e saggi. «Siamo convinti che la poesia sia in prima istanza ricerca di linguaggio e linguaggio della ricerca. Ma quello che noi in ultima analisi cerchiamo non è, come spesso accade di trovare nella lirica contemporanea, un eccesso di esistenza al ribasso, spesso ridotta a catalogo di fatti insignificanti narrati con una lingua scolorita; è, semmai, una nuova e accresciuta quantità di vita e di pensiero. Lo stile sarà la forma di quella quantità e sarà a volte semplice, a volte – perché no? – complesso e seletto. Ma saranno i poeti che sceglieremo a condurci là dove ancora non sappiamo di voler andare».

 

(Dalla dichiarazione programmatica dei direttori)

Volumi pubblicati fino a oggi:

Emma Pretti, I giorni chiamati nemici (poesie), postfazione di Mauro Ferrari, 2010

Vera Lucia de Oliveira, La carne quando è sola (poesie), premessa di Paolo Valesio, prefazione di Alessio Brandolini, 2011

Leopoldo María Panero e Ianus Pravo, Senz'arma che dia carne all' «imperium» (poesie), introduzione di Andrea Ponso, 2011

Patrizia Santi, Frammenti, periferici (poesie), prefazione di Alberto Bertoni, 2013

Alberto Bertoni, Traversate (poesie), prefazione di Paolo Valesio, 2014

Marco Sonzogni, Ci vuole un fiore (poesie), prefazione di Gabriella Sica, 2014

Mario Moroni, Recitare le ceneri (poesie), prefazione di Carlo Alberto Sitta, 2015

Teodolinda Barolini, (a cura di), Antonio Barolini. Cronistoria di un'anima (Atti dei Convegni di New York e di Vicenza nel centenario della nascita), 2015

Antonio Bux (Premio Alinari 2014), Kevlar (poesie), prefazione di Vicenç Llorca i Berrocal, postfazione di Martín López-Vega, 2016

Mauro Roversi Monaco (finalista Premio Alinari 2014), Mauritania (poesie), prefazione di Stefano Colangelo, 2016

Premio internazionale di poesia

"Piero Alinari"

La Fondazione Vittorio e Piero Alinari, in collaborazione con la rivista internazionale di poesia "Italian Poetry Review - IPR", bandisce ogni due anni un concorso di poesia per testi in lingua italiana a tema libero, ma con un’apertura e una tematica internazionali - "poesie dunque che includano temi, immagini, eventi, esperienze (reali e/o immaginarie) che vadano oltre i confini italiani".

Il concorso è composto da due sezioni:

- Sezione "Raccolta inedita"

- Sezione "Poesia inedita"

Il premio della sezione “Raccolta inedita” consiste nella pubblicazione dell’opera vincitrice nella collana di poesia e traduzioni “Ungarettiana”. Il premio della sezione “Poesia inedita” consiste nella pubblicazione dell’opera vincitrice nella rivista "Italian Poetry Review - IPR".

 

La Commissione giudicatrice è composta da:

 

Alberto Bertoni

Alfredo De Palchi

Enrico Gatta

Simone Magherini

Alessandro Polcri

Davide Rondoni

Andrea Ulivi

Paolo Valesio (Presidente)

Convegni

Centro Studi Sara Valesio

Genus Bononiae. Musei nella città

Palazzo Fava - Palazzo delle Esposizioni

Via Manzoni 2, 40121 Bologna

 

centrostudisaravalesio@genusbononiae.it

www.paolovalesio.wordpress.com